Studio in Firenze
Via G. Ricci, 12
tel. 055 45.64.027

Residenze e negozi a VAIANO

Qui trovi il mio Curriculum Vitae aggiornato..
Di seguito la presentazione di alcuni progetti svolti.

  • Intervento: Realizzazione di un edificio residenziale per 47 alloggi e 2 negozi in via Caduti di Nassirya n. 10/12 e n. 2/6 e via F.lli Rosselli n. 50/A e 50/C a Vaiano
  • Tipo incarico: Redazione Attestato di Certificazione Energetica
  • Committente: COOPERATIVA ABITCOOP scrl
    Via E. Boni n. 124 - PRATO

Ai sensi D. Lgs 192/2005 e del regolamento regionale DPGR 25 febbraio 2010, n. 17/R, l'Attestato di Certificazione Energetica è obbligatorio per gli interventi di nuova costruzione come quello in oggetto. Attenzione che, in caso di lavori edilizi (i casi di cui all'art. 4 comma 1 del regolamento), qualora non sia presentato al Comune l'attestato di certificazione energetica, il certificato di abitabilità/agibilità di cui all'articolo 86 della L.R. n. 1/2005 è inefficace a qualsiasi titolo.

Residenze e negozi a VAIANO

Residenze e negozi a VAIANO
Copyright 2017 - Arch. Sonia Piazzini

Fig. 1 - Rendering dei due edifici A e B

Documentazione
Trattandosi di nuova costruzione (e non di semplice compravendita o locazione dell'immobile), in qualità di certificatore ho redatto l'attestato in cartaceo in più originali, uno l'ho trasmesso al Comune insieme deposito del certificato di agibilità/abitabilità di cui all'articolo 86 della L.R. 1/2005 ed uno l'ho consegnato al committente.
Entro i 15 giorni successivi alla sua consegna al richiedente, in attesa del varo da parte della Regione dell'ACE come documento digitale ai sensi del reoglamento regionale, ho trasmesso alla Regione copia dell'attestato di certificazione energetica all'indirizzo di posta elettronica certificazione-energetica@regione.toscana.it, in un solo file in formato pdf nominato con una stringa contenente le informazioni relative a data di invio del certificato (anno, mese, giorno), partita iva, numero progressivo del certificato.

Ispezioni e analisi documenti
Come certificatore incaricato in corso d'opera di redigere l'ACE ho effettuato sopralluoghi ed ispezioni in cantiere al fine di rilevare i materiali effettivamente installati ed acquisito tutte le schede tecniche dei medesimi, nonchè verificato l'attuazione di quanto previsto nella relazione ai sensi L. 10/91 e le caratteristiche dell'impianto termico. Il certificatore nel caso di interventi di nuova costruzione, svolge infatti il ruolo di ''collaudatore'' della parte energetica dell'edificio.

Il caso in esame
Nel caso specifico, l'edificio del lotto A (quello ultimato alla data di pubblicazione del presente articolo, dicembre 2010) è composto da n. 26 alloggi residenziali distribuiti su due vani scala per un totale di quattro piani fuori terra, oltre un piano interrato adibito ad autorimessa. La copertura è piana, opportunamente coibentata ed è sormontata da lamiera grecata per lo smaltimento delle acque meteoriche. L'edificio è realizzato con struttura a telaio in cemento armato travi-pilastri, solai in laterocemento. L'invoclucro è costituito da pareti in poroton di 30 cm di spessore interamente rivestite da cappotto termico di 5 cm di spessore (per un totale parete 37 cm compreso l'intonaco interno), al fine di isolare senza discontinuità dal freddo e dal caldo e porre in condizioni stazionarie termo-igrometriche l'involucro e la struttura degli edifici, grazie all'eliminazione dei ponti termici, nonché rendere ottimali, confortevoli e igieniche le condizioni degli spazi abitativi. Nel caso in esame dal rilevo dell'edificio, gli unici ponti termici si hanno in corrispondenza delle superfici finestrate e delle aperture in genere, laddove il cappotto non è stato inserito in corrispondenza delle mazzette perpendicolari alla facciata.

L'impianto termico è autonomo con caldaie Immergas Eolo 24 Kw, con generatore standard, regolazione della temperatura con termostato ambiente e corpi scaldanti costituiti da termosifoni in alluminio. Non sono state installate fonti rinnovabili di energia.

Calcolo e risultati
Trattandosi di nuova costruzione il metodo di calcolo utilizzato per redigere l'Attestato di Certificazione Energetica è obbligatoriamente analitico. Il software non può essere il Docet (utilizzabile invece per gli edifici esistenti) ma un diverso programma di calcolo validato e certificato dal CTI (Comitato Termotecnico Italiano).

''Certificare'' significa capire quanto consuma una casa mettendo in relazione ciò che produce calore (gli impianti) con ciò che lo disperde (le pareti, i vetri, etc.). Questo valore, frutto di accurati calcoli e misurazioni, viene poi inserito nel catasto energetico e rimane associato alla casa fino alla successiva certificazione.

Nell'ACE sono riportati i consumi energetici dei singoli alloggi e gli interventi da realizzare per migliorarne le prestazioni energetiche. Complessivamente la classe energetica dei 26 alloggi è compresa tra F e G con una previsione di possibile raggiungimento della classe D/E, in caso di sostituzione di caldaia con una a condensazione e installazione di pannelli solari.

richiedi informazioniCosa posso fare per te? Sono a tua disposizione per informazioni o preventivi gratuiti. Compila il modulo sottostante o scrivimi una .

*Nome:

*E-mail:

Ai sensi della legge italiana 196/2003 autorizzo l'Arch. Sonia Piazzini a trattare i dati inseriti per il soddisfacimento della mia richiesta.

Valid XHTML 1.1Valid CSS!